Archivi tag: estate

Forse è ora di smettere di guardare le foto delle vacanze…

ERA ESTATE ( J.Prèvert)

Ero nuda tra le sue mani

Sotto la gonna alzata

nuda come non mai

Il mio giovane corpo era tutto una festa

dalla punta dei miei piedi

ai capelli sulla testa

Ero come una sorgente

che guidava la bacchetta

del rabdomante

NOI FACEVAMO IL MALE

IL MALE ERA FATTO BENE

Jacques Prèvert

DSCN0864

Estate

E così un’altra estate sta passando velocemente…un’estate iniziata bene per me anche se questo agosto sta andando decisamente maluccio. Ma l’estate è sempre bella, perchè porta con se tracce di buona sorte, apre le porte alla speranza. e allora ecco augurarvi buone vacanze..da gustare in ogni singolo passo. Fosse anche per un tramonto sulla spiaggia, o per quella granita a menta sorseggiata in una giornata di gran caldo in città, o per quel mare piatto osservato di notte insieme alla persona amata. O semplicemente per quel calore che servirà a scaldarci nel prossimo lungo inverno.  Stelle cadenti non ne ho viste nemmeno quest’anno, ma l’animo è pieno di stelle cadenti in ogni momento…perchè il desiderio è il motore della vita. Dentro di noi albergano i nostri desideri: antichi, nuovi, sorprendenti, misteriosi, che a volte neppure capiamo..eppure bisogna ascoltarli e seguirli perchè ci conducono in un posto adatto a noi…

Buone vacanze a tutti, e speriamo a settembre di riprendere a scrivere questo blog…come una volta, passata la sbornia di facebook 🙂

BUONE VACANZE!

Svegliatemi quando finisce Settembre

Uno splendido sole…quello che ci ha avvolti quest’estate. Tanti giorni in città, al caldo…poi mare, spiagge, panorami di svariata natura. Acquisti, riflessioni inutili, passeggiate, voglia di fare niente e tutto, scivoli acquatici e mentali, freschezza servita su un tavolino all’aperto, risate all’alba, ricerca di tracce perdute, frasi lasciate a mezz’aria, camminare a piedi nudi.

E adesso..ritorno alle origini, appunti e propositi per un nuovo anno. Si ma adesso non voglio vedere le giornate che si accorciano, il riprendere del traffico nella città ripopolata, i palinsesti delle tv che improvvisamente resuscitano come dopo una finta morte. Non voglio vedere il ritorno della De Filippi.

So…”wake me up when September ends”…(ogni anno non trovo video pù adatto di questo…)

P.s. Il primo che mi parla di apprezzare la bellezza delle piccole cose, come riprendere quel vecchio  e caldo maglione di lana, o che mi invita ad apprezzare i colori delle foglie che cadono dagli alberi d’autunno, o il tepore di una cioccolata calda sarà automaticamente inibito dal commentare su questo blog per i prossimi 10 anni!

Bye Bye estate

E così vacanze finite anche quest’anno. Quant’è dura ritornare alla vita “normale”! Ma tant’è…tra l’altro continua a fare un caldo pazzesco, non vedo una goccia di pioggia da maggio! 

Una estate passata non male, giorni per un motivo o per l’altro molto intensi. Sono stato a Palinuro, al confine con la Calabria, in Cilento, dove ho vissuto tutte le mie estati da bambino, fino ai 17 anni. Era tantissimo che non tornavo lì, ero curioso di vedere come fosse cambiata. Beh il mare è rimasto stupendo, tra i più limpidi mai visti, anche le bellissime insenature, grotte, angolini sperduti particolari…unico cambiamento è che 15 anni fa le spiagge erano tutte libere, oggi tutte occupate dagli stabilimenti che in parte hanno rovinato quel paesaggio incontaminato che ricordavo…ma la magia di quei posti è rimasta intatta, gli stessi paesaggi gli stessi colori, la stessa vita notturna..anche se non siamo ovviamente ai livelli di altre località. Da questo punto di vista è un pò arretrata, cosi come c’è poca possibilità di fare shopping. 😉  

Ricordo che mi piaceva di sera andare al porto, tra le barche, e tra una chiacchierata cosi..e una bevuta osservare la città che si divertiva, brulicante di ragazzi che passeggiavano avanti e indietro alla ricerca dell’amore estivo, di famiglie con bambini, di coppie di fidanzati…e mi godevo quel silenzio, da quella barca. E ho scoperto che mi piace ancora 😉

Ecco due foto che ho scattato (che potete ingrandire cliccandoci su) …acqua azzurrissima e tramonto sull’acqua….

Telefilm…d’estate.

Tv d’estate. Chiudono i palinsesti e sulla tv sembra esserci appeso il cartello “chiuso per ferie”. Ma a ben vedere non è così. Non ho la possibilità di fare tre mesi di ferie, non tutte le sere esco, quindi mi capita di accendere la tv, come in inverno. E spesso si fanno scoperte interessanti in tv d’estate. Intanto la tv è libera da tutte quelle stupide fiction su commissari, investigatori, santi e preti. Poi non c’è “Porta a Porta” con Vespa, non ci sono i reality, non ci sono la corrida, pacchi, e altre amenità simili.  E c’è spazio per qualche bel film in prima visione, ma soprattutto per i miei amati TELEFILM! Già ne prendo la mia dose quotidiana su Sky, ma a volte ci sono cose che mi sfuggono nell’abbondanza di quella offerta televisiva o cose “vecchie”, che non ho visto prima.

E’il caso di “BROTHERS AND SISTERS”,(Raidue il venerdi) telefilm che ha avuto un grande successo di critica e pubblico, e che mi incuriosisce vedere. Parla della famiglia, una famiglia sempre unita nonostante tutto, e senza perdere il contatto con il mondo che sta cambiando.

Riprende ancora su Raidue “GHOST WHISPERER”, di cui va in onda la restante parte della seconda stagione “tagliata” per dar spazio alle elezioni, e non si sa quanti episodi della terza. Protagonista la bellissima Jennifer Love Hewitt, una che ha il dono di parlare con i morti, con quegli spiriti che hanno ancora qlc in sospeso sulla terra prima di passare oltre. Un telefilm fatto bene, con una discreta atmosfera horror, a cui fanno da contraltare i rassicuranti siparietti tra Melinda e il marito, una coppia giovane che è bello vedere coccolarsi.

Su italia1 è partita la seconda stagione di UGLY BETTY,la bruttina di successo,  che ho già visto su Foxlife. Da seguire, perchè si ride molto, ci sono parecchie guest-star come Victoria Beckham, naomi campbell etc. Ma le parti deludenti riguardano proprio Betty, in questa stagione un po inconcludente. Ciò non toglie che rimanga la bruttina che tutti possiamo amare, quella che tutti noi vorremo avere accanto nella vita, per rendercela più facile forse.

Su canale 5 poi da giovedi 10 Luglio parte “THE TUDORS”, serie da bollino rosso per le numerose scene hot, di cui ho visto qualche spezzone in rete. Chissà se Canale 5 le manderà integralmente in prima serata…

Su La7 tutte le sere saranno  riproposte le repliche di “Sex and the city”

Su Raitre Un posto al sole non va in ferie, ma come da 3 anni a questa parte va in onda il suo spin-off, “Un posto al sole d’estate”.

Infine su Fox gran finale di stagione di Lost, Desperate Housewives, Grey’s Anatomy, insomma c’è solo l’imbarazzo delle scelta per chi ama questo genere di programma. W la tv d’estate!

Nei video uno dei migliori momenti di “Ghost whisperer”, con la pioggia di macchine e una scena “bollente” dei tudors 😉

Il giorno piu lungo dell’anno

E’bello vivere questo giorno. E’ come un piccolo miracolo che si ripete ogni anno. Tra il 21 e il 22 Giugno avverrà il solstizio d’estate, la notte più corta dell’anno e di conseguenza il giorno più lungo. Il trionfo della luce, alle 9 di sera è ancora giorno. E poi pian piano il sole compie il percorso inverso e le giornate pian piano cominciano ad accorciarsi. Ma adesso inizia sul serio l’estate. Segue un approfondimento su questo tema, intanto dalla finestra di fronte, affacciata sul bene e male del mondo BUONA ESTATE A TUTTI!

21 giugno, Solstizio d’Estate: in questo giorno – conosciuto come il più lungo dell’anno – il sole culmina allo zenith, ovvero si trova nel punto più alto della volta celeste. Le giornate solstiziali nelle tradizioni precristiane erano sacre e ancora oggi ciò si riflette in una festività cattolica che cade qualche giorno dopo il solstizio canonico, al 24 giugno, quando nel calendario liturgico della Chiesa latina si ricorda la natività di San Giovanni Battista. Va detto che i moderni gruppi neopagani e neodruidici celebrano tuttora il giorno di “Midsummer” (Mezza Estate, per citare Shakesperare) e i riti solstiziali che si svolgono in particolare a Stonehenge richiamano sempre migliaia di persone.
I giorni solstiziali includono alcune fra le celebrazioni più popolari dell’Occidente e poiché il sole trionfa nel cielo, le antiche tradizioni collegavano questo periodo dell’anno con la comunicazione diretta fra visibile e invisibile


Il gran numero di usanze e di piccoli rituali ancora oggi vivi in tutta Europa testimoniano che il solstizio estivo, insieme a quello invernale, resta uno dei periodi più amati e profondamente intessuti nella cultura popolare. E ai vecchi nomi ne subentrano di nuovi… per esempio, nell’antica Roma i due solstizi erano consacrati a Giano bifronte, il dio guardiano delle soglie e dei passaggi. Oggi (non è un caso) troviamo i due Giovanni, il Battista presso il solstizio d’Estate e l’Evangelista presso quello d’Inverno.
I popoli antichi chiamavano i due solstizi “porte”: Porta degli Dèi o degli Immortali quello invernale, Porta degli Uomini quello estivo. Scrive Alfredo Cattabiani (in “Lunario”): «Omero descriveva nell’Odissea un misterioso antro dell’isola di Itaca nel quale si aprivano due porte. Il poeta spiegava che la porta degli uomini è rivolta a Borea, cioé a Nord (e infatti al solstizio estivo il sole si trova a nord dell’equatore celeste), mentre quella degli dèi e degli immortali è volta a Noto, ovvero a sud, perché l’astro al solstizio invernale si trova a sud dell’equatore.»

Il fascino della festa patronale dedicata a S. Giovanni risiede ancora oggi nei fuochi che si accendevano (e da qualche parte tuttora si accendono), facendo ardere mucchietti di resina, per andare poi a osservarli da lontano, la sera. Fino a qualche decennio fa, i fuochi di San Giovanni venivano accesi in tutta la Valle Camonica, soprattutto dai paesi collocati più in alto, in modo che potessero essere ben visibili da lontano. Questi falò continuano la tradizione di antichi riti pagani legati al solstizio d’estate: sono praticati dall’Irlanda alla Russia, dalla Svezia alla Grecia e alla Spagna. Documenti del XVI secolo testimoniano tale consuetudine in quasi tutti i paesi della Germania; i rituali intorno al fuoco erano connessi alla fertilità del raccolto, alla salute, alla buona sorte, a proteggere dai fulmini. In Austria, nel Salzkammergut e nella zona di Bad Goisern vicino ad Hallstatt (culla dei Celti della prima Età del Ferro) si usa ancor oggi accendere grandi falò sui fianchi delle montagne la sera del 23 giugno; celebrazione analoga è lo Highlight, un immane falò solstiziale che viene acceso a Schwarzenbach durante il Keltenfest, la festa dei Celti. Nell’antica Gallia, durante i giorni solstiziali si accendevano i fuochi sui monti dedicandoli al dio Belen (o Belenos, di cui abbiamo parlato nella pagina dedicata a Beltane).

Ally McBeal e la tv d’estate

Dal mio vecchio blog, che non è stato possibile importare su wordpress, mi sembrava giusto riportare un mio articolo pubblicato da tvblog, che mi ha dato un’enorme soddisfazione in quanto quel sito è ormai famoso nel campo della tv e della comunicazione in genere, una vera e propria “bibbia” in materia, qualunque anticipazione, anteprima passa di lì. L’articolo parla di “Ally McBeal”, una delle mie serie preferite, di cui sono state prodotte 5 serie tra il 1998 e il 2004. sebbene sia ormai concluso da qualche anno, resta una delle serie che ha fatto scuola, e da cui sono derivati tentativi per la maggior parte falliti di imitazione. E piu in generale quest’articolo parla anche della tv d’estate, spesso foriera di nuove scoperte in quanto libera dagli “obblighi” delle solite trasmissioni intoccabili (De Filippi, Ventura etc..). Fu proprio d’estate che infatti questa serie venne proposta riscuotendo enorme successo. E da sabato prossimo sarà replicata su Canale 5 intorno a mezzanotte. Per chi volesse leggerlo.. l’articolo si trova qui