Archivi tag: amore

Forse è ora di smettere di guardare le foto delle vacanze…

ERA ESTATE ( J.Prèvert)

Ero nuda tra le sue mani

Sotto la gonna alzata

nuda come non mai

Il mio giovane corpo era tutto una festa

dalla punta dei miei piedi

ai capelli sulla testa

Ero come una sorgente

che guidava la bacchetta

del rabdomante

NOI FACEVAMO IL MALE

IL MALE ERA FATTO BENE

Jacques Prèvert

DSCN0864

Annunci

I luoghi dell’amore

Oggi è San Valentino..e tanto per scrivere qualche cavolata pure io ho pensato di riportare i risultati di una recente ricerca sui “luoghi romantici” d’europa. Ma prima volevo aggiungere una riflessione sull’amore: basta con la ricerca del principe azzurro, o della fatina buona. Innamoriamoci delle differenze, del particolare difettoso, ma che si incastra bene con la nostra persona…si cresce cercando nell’altra persona quello che ci manca, quello che non abbiamomai trovato nel corso della nostra vita. Cerchiamo la condivisione, l’affetto senza condizioni, una strada piena di luce, senza ombre.

E questa è la classifica dei dieci luoghi piu romantici d’europa

  • La Tour Eiffel di Parigi
  • Il London Eye di Londra
  • La Caldera di Oia, nella baia di Santorini
  • La Alhambra a Granada
  • Il giro in gondola a Venezia
  • Il castello di Neuschwanstein in Baviera
  • Il monte Pilatus sul lago di Lucerna
  • La fontana di Trevi a Roma
  • Il ponte Carlo a Praga
  • Piazzale Michelangelo a Firenze

Si certo sono bei posti, da vivere con la persona amata. Però io credo l’inaspettato sia sempre più bello specie in amore, e questi sono luoghi troppo “classici”.

A me piacerebbe sia un luogo ameno, pieno di verde, alberi, incontaminato come i giardini della reggia di Caserta…ma anche l’opposto. Troverei romanticissimo anche un incontro romantico su un attico dell’Upper East Side di Manhattan 😉

upper-east-side-of-manhattan-new-york-1600x1200-id-43818-premium1

Infine, non poteva mancare, un video con i baci piu belli della storia del cinema..anche se mancano i baci all’ “incontrario” tra spiderman e mary jane sotto la pioggia, e quello altrettanto bagnato tra la Johannsson e Myers in “match point” 😉

Love actually

Adoro questa scena, un pò perchè c’è la mia keira, un pò perchè a natale c’è voglia di verità…

Il più bello dei mari

Tre belle poesie di N. Hikmet… Buon week-end piovoso 😉

Il più bello dei mari
è quello che non navigammo.
Il più bello dei nostri figli
non è ancora cresciuto.
I più belli dei nostri giorni
non li abbiamo ancora vissuti.
E quello
che vorrei dirti di più bello
non te l’ho ancora detto.


Amo in te
l’avventura della nave che va verso il polo
amo in te
l’audacia dei giocatori delle grandi scoperte
amo in te le cose lontane
amo in te l’impossibile
entro nei tuoi occhi come in un bosco
pieno di sole
e sudato affamato infuriato
ho la passione del cacciatore
per mordere nella tua carne.

amo in te l’impossibile
ma non la disperazione

La vita non è uno scherzo.
Prendila sul serio
come fa lo scoiattolo, ad esempio,
senza aspettarti nulla
dal di fuori o nell’al di là.
Non avrai altro da fare che vivere.
La vita non é uno scherzo.
Prendila sul serio
ma sul serio a tal punto
che messo contro un muro, ad esempio, le mani legate,
o dentro un laboratorio
col camice bianco e grandi occhiali,
tu muoia affinché vivano gli uomini
gli uomini di cui non conoscerai la faccia,
e morrai sapendo
che nulla é più bello, più vero della vita.
Prendila sul serio
ma sul serio a tal punto
che a settant’anni, ad esempio, pianterai degli ulivi
non perché restino ai tuoi figli
ma perché non crederai alla morte
pur temendola,
e la vita peserà di più sulla bilancia

Titanic, quando il cinema non affonda

Sabato sera prima di uscire mi è capitato di dare uno sguardo a TITANIC, trasmesso su canale 5. Ora non lo ricorda quasi più nessuno, ma questo film uscito nel ’97, sbancò i botteghini italiani come nessun altro. E tale film, premiato poi con 11 oscar,  assunse proprio la connotazione  di “EVENTO: ricordo che per due mesi almeno, tutte le sere, dico tutte le sere, compresi i lunedi i martedi etc, il cinema era stracolmo! Non esistevano altri film praticamente, anche perchè allora le multisale erano meno diffuse. Una cosa che da parecchio tempo non si vede..chissà perchè non si è riusciti a creare un film che come quello si trasformasse in evento epocale. Una tragedia romantica quella di Jack e Rose, sentimenti estremi, Amore e Morte che nella vita molto spesso sono connessi. Storia d’amore inserita in una storia vera  e drammatica, il naufragio del Titanic. Tante vite che vengono spezzate su quel transatlantico ma l’amore di Jack e Rose vince anche nella morte, morte che quasi sembra inevitabile..”giusta”..se jack si fosse salvato sarebbe stato lo stesso un film di successo? Non credo…perchè jack su quella barca aveva incontrato tutto: la sua anima gemella, con cui molto presto ha fatto l’amore, dopo averle fatto un ritratto, tremando per l’emozione. Hanno vissuto tutto jack e rose: amore a prima vista, corteggiamento, emozione, timidezza, passione. E la morte sublima tutto questo, rende immortale l’amore in Rose. Ecco perchè nella ultimissima scena strappalacrime Rose, ormai vecchia, s’immagina Jack che l’aspetta sopra le scale della sala da ballo del titanic, lo raggiunge e si baciano circondati dagli applausi di tutti.  No non poteva esserci un altro finale per questo film.

Chissà se in futuro ci sarà ancora un film capace di radunare grandi folle, al di là delle uscite dei teenager del sabato, o dei fidanzati della domenica. Certo c’è crisi ovunque, mancano gli investimenti, e allora si va sul sicuro producendo il sequel di “indiana jones”, o di Rocky che nulla piu hanno da aggiungere a quanto hanno dato in passato,  ma forse sono anche i tempi che sono cambiati: c’è troppa frammentazione, sistemi economici non comunicanti…ma tant’è: penso che il cinema comunque continuerà ad emozionare.

Nel video: Tra le scene piu belle del film…difficile dirsi addio quando ci si è incontrati cosi bene..

Twilight, amore e conflitti

Grande successo in tutto il mondo per il film “Twilight” tratto dal romanzo omonimo di S. Meyer, a cui sono seguiti altri tre capitoli.

Twilight è una sorta di Giulietta e Romeo in versione dark, con la goffa Belle che s’innamora del vampiro gentiluomo.

Il Twilight-libro  è piaciuto al pubblico soprattutto adolescenziale perchè è prevalentemente una storia d’amore, in toni dark e con elementi soprannaturali, appassionando soprattutto le ragazze che si identificano nella protagonista, che per tre libri ( il quarto non lo diciamo perchè appena uscito e magari qualcuno lo sta leggendo) tenta di offrire al vampiro collo e verginità, arrivando a voler sacrificare la sua stessa vita per coronare il suo sogno d’amore. Storia che ha appassionato anche i più grandi..i vampiri hanno sempre una grossa presa, dal “Dracula” di Bela lugosi, al serial americano Buffy; forse perchè rappresentano il conflitto tra Eros e Thanatos, amore e morte che i più romantici apprezzano sempre. E quindi la magica tensione tra i due protagonisti in un continuo oscillare tra attrazione e paure, l’erotismo forte ma  trattenuto hanno fatto si che anche il film sia un successo, dovuto anche all’esaurirsi della spinta di Harry potter ormai al capolinea. Beh mi è capitato di dare uno sguardo al libro…ben scritto, che non si perde nella pruderie e nell’infantilismo di un moccia italiano. Ben venga quindi il successo presso le nuove generazioni di questo prodotto.  E in fondo amare un vampiro significa essere attratti dall’ignoto, da un universo che non si conosce…

Conversazioni su Msn

L’altro giorno mi è capitato d’intrattenere una conversazione interessante sul messenger con Elena, di cui lei già ha fatto un post. E sono stato ispirato a risponderle, a scrivere qualcosa anch’io.  Si parlava, ebbene sì, d’amore…e il rischio quando c’è di mezzo questo argomento è quello di scivolare nelle frasi fatte, a volte di non dirsi la verità. ( Tranquilli però…il tono della conversazione era molto più leggero che in questo post 😉  )

Beh parlare d’amore è difficile perchè non ci sono leggi universali che lo governino. Ciascuno di noi è talmente “unico” nel suo genere, che quando incontra la persona della sua vita, altrettanto unica, va a formare una coppia che sta insieme come fosse una magia, per una ragione che al momento sembra impercettibile. Eppure succede.

La mia esperienza di vita mi ha portato ad essere un pò cinico riguardo questo argomento. Sono d’accordo col Troisi del Film “Pensavo fosse amore….invece era un calesse”. Spesso le persone stanno insieme  per mille motivi che non siano riconducibili all’amore. Tra l’altro stiamo vivendo un periodo difficilissimo per le relazioni uomo-donna, dimostrato dal fatto che tantissimi matrimoni finiscono ancora prima di inziare.  Cos’è allora questo sentimento cosi complesso, di cui siamo sempre alla ricerca, e che  è l’argomento principale di film, musica, libri?

Chissà forse è quello che sognavamo da bambini, col principe azzurro o la fatina che vengono a SALVARCI. Molto spesso L’amore è quel sentimento che nasce all’improvviso, quando in un nanosecondo, guardando l’altro, capiamo che quella persona ci sconvolgerà la vita, nel bene e qualche volta anche nel male. Due persone che in una città composta da migliaia di altre persone all’improvviso mettono in comune la loro vita, fondedola, riconoscendo nell’altro quello che loro mancava.

In quella notte all’improvviso mi ero accorta di una cosa, e cioè che tra la nostra anima e il nostro corpo ci sono tante piccole finestre, da lì, se sono aperte, passano le emozioni, se sono socchiuse filtrano appena, solo l’amore le può spalancare tutte assieme e di colpo, come una raffica di vento. ( S. Tamaro)

Ma l’amore è anche sofferenza. Perchè siamo deboli in quanto la nostra felicità è nelle mani di un’altra persona..e questo a molti fa paura, in quanto il rischio di perderla è sempre dietro l’angolo.

L’amore non dovrebbe essere un rimedio alla solitudine, ma un’entità in cui due persone fondamentalmente rimangono se stesse, e arricchiscono il proprio mondo mescolandosi all’altro. L’amore non come punto fermo, ma come sfida continua, fatto di piccole vittorie come di grandi sconfitte, in cui si è pronti non solo e sempre a ricevere ma a dare tutto se stessi come farebbe una madre col prorpio figlio, che lo ama anche se  questo è un assassino, un drogato, un uomo tremendo. E concludo con una frase di Robet Musil che riassume secondo me l’essenza dell’amore. Beh scusate se magari anche io ho aggiunto qualche banalità, ma del resto parlare di cio non è facile, come Celentano cantava “io non so parlar d’amore” 😉

VI SONO INNAMORATI CHE GUARDANO NELL’AMORE COME NEL SOLE E DIVENGONO SEMPLICEMENTE CIECHI; MENTRE VE NE SONO ALTRI CHE CON STUPORE SCOPRONO PER LA PRIMA VOLTA LA VITA QUANDO L’AMORE LA ILLUMINA( R. Musil)