Ciao Eluana

E cosi Eluana se ne è andata. Per sempre. La notizia è arrivata all’ora di cena di lunedì, e subito in senato è scoppiata la bagarre. Finalmente hai trovato la tua pace Eluana, ma non dimenticheremo la schizofrenia di questo paese, che ha preceduto la tua morte. Le tante parole inutili, lo sciacallaggio politico che è stato fatto della tua non-vita. E’stato fornito uno spettacolo indegno di un paese civile, con il presidente del consiglio che si appella a quella parte bigotta del paese arrivando a sostenere che Eluana “poteva generare figli” che era una donna sana, giovane, e bella. In conflitto istituzionale anche col capo dello stato, in molti sostengono che Eluana é stata ammazzata, persino da suo padre..

E la morte di Eluana scompagina anche i palinsesti televisivi, con Enrico Mentana che si dimette da mediaset perchè canale 5 preferisce mandare in onda regolarmente il Grande fratello, con una puntata centrata sulla squalifica di una psicopatica (finta o vera poco importa onestamente). E questo ha pagato in termini di ascolto: il gf ha avuto un ascolto doppio rispetto al “porta a porta” di Vespa dedicato al caso Englaro. Ma Mentana ha fatto bene secondo me. ha agito in maniera coerente con il suo ruolo, e come il buonsenso avrebbe suggerito a chiunque….canale5 rappresenta comunque una delle reti generaliste principali italiane e aveva il dovere di dedicare la prima serata a questo caso che ha scosso le coscienze degli italiani, anche per rispetto delle tante famiglie che vivono lo stesso problema. E stridono i pianti di federica del GF con le lacrime vere di tanti, alle prese con i dilemmi della vita.

Ora Eluana se ne è andata…speriamo che almeno queste tante chiacchiere siano servite a illluminare qualche coscienza…a riflettere su quanto Eluana ci ha detto: si perchè ci ha parlato per 17 anni, anche in silenzio, da quel letto di ospedale. Ci ha ammonito sull’importanza della vita, sul non gettarla per nulla, sul cercare di fare il meglio possibile, tutti i giorni. Ma ora ci ha salutato. Ora ha bisogno di dormire.

“Io amo la vita. Vita è la donna che ti ama, il vento tra i capelli, il sole sul viso, la passeggiata notturna con un amico. Vita è anche la donna che ti lascia, una giornata di pioggia, l’amico che ti delude. Io non sono né un malinconico né un maniaco depresso – morire mi fa orrore, purtroppo ciò che mi è rimasto non è più vita – è solo un testardo e insensato accanimento nel mantenere attive delle funzioni biologiche. Il mio corpo non è più mio … è lì, squadernato davanti a medici, assistenti, parenti.”

Piergiorgio Welby

Annunci

5 risposte a “Ciao Eluana

  1. Mi permetto di condividere con voi le riflessioni del nostro blog sulla triste vicenda di Eluana, nella speranza che il dolore possa, per lo meno, stimolare la riflessione su un argomento così delicato:

    http://khayyamsblog.blogspot.com/2009/02/riflessioni-margine-del-dolore-il-caso.html

    Antonella Zatti

  2. potrò passare per sadica ma sono felice che tutto questo per Eluana si sia concluso,e già in una città come la mia(Cesena)dove ci sono una trentina di casi come il suo i quotidinai si stanno mobilitando perchè tanti non sceglierebbero mai la via condotta da padre Englaro,tutti si sono svegliati improvvisamente dal coma,dato che prima di oggi,nessuno badava a questi malati..
    abbiamo una mentalità contorta..
    Buona giornata 🙂

  3. Sono d’accordo con te, Igor.
    Non posso permettermi di giudicare niente.
    Non ho seguito i telegiornali, se non sporadicamente.
    So solo che l’argomento mi sta particolarmente a cuore. E non riesco a capire chi riesce a prendere una posizione netta in queste vicende.

    Vicende che parlano di persone e di vite che non conosciamo. Un pò di rispetto…

    “Io dico si alla vita!” leggo da qualche parte su Facebook…
    Eh, certo. Facile a dirsi. Anche io dico si alla vita. Ma era vita quella? Non lo so e non lo saprò mai. Certe cose bisogna provarle. Punto. 17 anni. 17 anni di inferno per la famiglia.E probabilmente anche per lei . Solo questo. Il resto è aria fritta.

    I discorsi di Berlusconi, meglio lasciarli pedere, che altrimenti mi incaxxo davvero…

  4. Neppure io vorrei passare per sadica ma ritengo che anche se quella povera ragazza si fosse mai svegliata, niente può restituirgli gli anni che ha perso ed è difficile ricominciare tutto da zero.

    Vivrebbe comunque una vita di stenti, probabilmente paralizzata, non riuscirebbe neanche a realizzarsi forse, a trovare un lavoro, a farsi una famiglia… è vita questa? (sempre se mai si sarebbe svegliata chiaramente…).

    Mi rendo conto che non sono belle parole e ragionando col cuore probabilmente non me la sarei mai sentita di togliere la vita ad un mio caro nella sua stessa situazione.

    Ragionando però con razionalità questo è quello che penso…

  5. grazie per le vostre riflessioni, sono d’accordo anche io. E soprattutto è vero…in tanti si sono mobilitati e c’è da considerare che il 99% di loro non sa cosa significa davvero vivere in prima persona queste situazioni 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...