Match point

Una pallina da tennis che tocca la rete: solo il caso deciderà se la pallina la oltrepasserà dandoti la vittoria, o al contrario decretando la sconfitta. E’ questo il filo conduttore di uno degli ultimi capolavori di Woody Allen: l’assoluta casualità del vivere umano, l’inutilità di qualunque strategia o progetto di vita.
Il grande regista abbandona Manhattan e si trasferisce nella upper class Londinese, tra i palazzi della city e lussuose gallerie d’arte e racconta la storia di Chris che riesce ad inserirsi in una prestigiosa famiglia e ottenere un lavoro prestigioso sposando la figlia di un magnate. Quindi ha tutto per essere felice…se non fosse che s’innamora di Nola, un’attricetta molto sexy, interpretata da una splendida Scarlet Johansson. La loro è una passione molto forte, fin quando lei scopre di essere incinta…e qui Chris inizia a sentirsi in crisi: infatti lasciare la moglie significherebbe perdere tutto, ad iniziare da quel lavoro cosi importante che fa..perchè, diciamolo, lui è un raccomandato e se non fosse il genero del capo difficilmente potrebbe avere un impiego simile. E allora cosa farà Chris..scegliera la “tranquillità” o la passione? Non aggiungo altro per non rovinare la sorpresa a chi non l’avesse visto…perchè da questo punto in poi ci saranno parecchi colpi di scena, e il film assumerà i contorni di un vero e proprio thriller.
A un primo sguardo questo film non mi è sembrato un capolavoro, appariva come un noir qualsiasi. E invece no…si presta a diverse riflessioni sul senso della vita, sul bene e il male….io lo definirei SPIAZZANTE perchè fa capire che tutto nella vita è caso, coincidenza, fortuna. Bene e male non esistono, ognuno sceglie ciò che gli è piu utile al momento…bene e male sono semplici punti di vista. E il finale strepitoso è il trionfo dell’ipocrisia, quando sembra che esista una giustizia in questo mondo, interviene ancora una volta il caso e fa andare le cose in una certa direzione, che non è quella che ci saremmo aspettati.
Certo vorremmo che i buoni sentimenti vincessero sempre, che la vita seguisse il sentiero che ci eravamo prefissi…che i nostri valori avessero il giusto premio…ma la vità deciderà lei come devono andare le cose….cinismo? Inizio a credere che le cose, purtroppo, stiano sul serio cosi…comunque un film da vedere sicuramente.

Annunci

4 risposte a “Match point

  1. Vist0, molto bello! Anche se Allen non mi piace molto.

  2. Non ho ancora visto il film di Allen. A parte questo, penso anch’io che il caso abbia una certa importanza nella vita di ognuno.
    Su discorso filosofico-morale non arei in grado di pronunciarmi (almeno non in breve). Comnque penso che si dovrebbe fare come diceva Machiavelli per la fortuna (il suo equivalente del “caso”): cercare di governarla, il che è possibile poichè ama essere dominata.

  3. Mi manca…ma lo vedrò!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...