Ciao caro amico

Il vento gelido di questo inizio di primavera ti ha portato via. E’arrivata inaspettata la notizia, poco prima di Pasqua. E mi sono ritrovato a piangere la tua morte amico mio…eri molto più grande di me, avevi l’età di mio padre ma mi trovavo bene a parlare con te, con quella complicità che spesso manca con un genitore…eri divertente, simpatico.

Quando l’ho saputo sono rimasto incredulo, e il primo pensiero è andato all’ultima volta che ci siamo visti…all’uscita della stazione. Come capitava spesso abbiamo fatto quel tratto di strada che ci separa dalle nostre case e…non mi ricordo di cosa abbiamo parlato…ah si della tua Juve, e di questo campionato di calcio poco interessante…parole banali eppure cosi importanti perchè erano le ultime.

Ora mi fa un effetto strano quando cammino per strada…mi sembra di vederti nei posti dove ci incontravamo, su quella panchina dove d’estate ti trovavo spesso insofferente per il caldo e l’aria irrespirabile, alla fermata dell’autobus, nelle strade del centro da dove volevi scappare sempre perchè non ti piaceva la folla.

Mi sento un pò più solo adesso…e invidio quelli che hanno fede religiosa, perchè non credo che un giorno ci ritroveremo con San Pietro a giocare a carte e chiacchierare in paradiso, o più verosimilmente, all’inferno rincorsi dai demoni. Solo…ma ti sento in qualche modo ancora presente, dentro di me. E’forse questo il segreto per cancellare la morte…tutti quelli che se ne vanno ci lasciano qualcosa..sempre…nella nostra vita hanno avuto un ruolo, nessun incontro è inutile o dettato dal caso. E allora i tuoi gesti, le tue parole vivranno per sempre…li porterà il vento, lo stesso che ti ha portato via.

Annunci

12 risposte a “Ciao caro amico

  1. un abbraccio..

  2. dici bene.
    nessun incontro è inutile o dettato dal caso.
    tutti quelli che se ne vanno ci lasciano qualcosa..sempre…
    conserva quei ricordi preziosi.
    ora fa male, ma un domani capirai che ti avranno arricchito.
    un abbraccio.

  3. E’ vero, chi incrocia la nostra strada ,anche per poco, lascia sempre qualcosa dentro di noi..

    E’ importante vivere per poi avere il piacere di ricordare.. un abbraccio..

  4. Un abbraccio.
    Ciao Igor

  5. Gli incontri non sono mai dei casi…

  6. Mi dispiace, caro Igor!
    La morte… il mistero della morte, con la quale ci confrontiamo tutti i giorni. Ma quando ci tocca da vicino, sottraendoci una persona a noi cara, allora bisogna farsi tanta forza, mantenendo questa persona viva nel ricordo e nelle nostre preghiere.
    Ti abbraccio e ti sono vicina.
    princi

  7. Grazie a tutti, per il vostro affetto e la vostra comprensione…

  8. Io non l’accetterò mai! L’idea e il senso della morte non è accettabile per chi vorrebbe vivere per sempre..

  9. Io non so come farò senza le persone che amo…

  10. La morte non è mai povera di dolore, nè di misteri.
    A volte ci chiediamo il perchè viviamo se dobbiamo morire…
    Sono molto toccanti le tue parole, ma avere fede religiosa non significa credere che un giorno giocheremo a carte con San Pietro.
    Significa credere che tutto alla fine si ricompone, e che un giorno, ci verrà data quella risposta che tanto cerchiamo.
    Un abbraccio!

  11. Bellissimo post.
    Non ho fede religiosa, ma credo in quello che le persone che se ne sono andate ci hanno lasciato.
    Un saluto, Elisa.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...