Fermacapelli

Molti anni dopo, di fronte al plotone di esecuzione, il colonnello Aureliano Buendia si sarebbe ricordato di quel remoto pomeriggio in cui suo padre lo aveva condotto a conoscere il ghiaccio. (G.G.Marquez)

A volte mi stupisco di come ricordi certi particolari. Uno crede che nella vita contino i grandi eventi come il matrimonio, il giorno della laurea, il giorno in cui l’Italia vince ai mondiali…ma poi nei momenti in cui si è soli con se stessi, quando la mente vaga libera ti scopri a pensare a quel particolare apparentemente insignificante, come è capitato ad Aureliano Buendia, si veda il  famoso incipit sopra riportato di “Cent’anni di solitudine”.

Mi è capitato spesso. Una notte, di molti anni fa, ero triste per una piccola delusione d’amore dalla mia fidanzatina di allora…ricordo la serata difficile, d’estate al mare…il triste saluto, poi ritorno a casa, non avevo fame e cosi andai a letto e mi misi ad ascoltare il walkman(allora non c’erano gli i-pod) con le cuffiette…e scese una lacrimuccia in quella notte insonne…ma il ricordo più vivido di quell’esperienza è quella luce che cominciò a filtrare dalle finestre allo scoccare dell’alba. una delle prime volte della mia vita in cui vedevo l’alba dopo una notte insonne. che sensazione meravigliosa fu per me allora: era come se l’universo mi dicesse: dai c’è sempre speranza, la vita è bella.

Così un altro particolare che ricordo è quello di una molletta blu per capelli, portata dal mio primo vero amore, qualche anno dopo. Uno fa tante cose insieme ad una persona e poi a distanza di anni che ricordi? Una semplice forcina per capelli.

Era la nostra prima vera uscita insieme, una passeggiata per le strade di Napoli dal centro storico al lungomare. un pomeriggio di fine settembre, caldissimo. Una pizza mangiata al volo, qualche incontro per strada, la brezza marina che profumava l’aria. E mentre in Villa si disputava una gara internazionale di tennis, noi ci baciavamo su una panchina. Poi sul lungomare…quanti abbracci…e quel giorno lei portava un fermacapelli blu, che non so perchè mi colpì tantissimo…per come le teneva insieme i lunghi capelli…o forse per quel colore…boh una cosa insignificante ma se penso a quel fermacapelli mi pare di aver conosciuto tutte le donne del mondo.
Annunci

7 risposte a “Fermacapelli

  1. Ti giuro che questo tuo post ha fatto fare al mio stomaco un triplo salto indietro..un salto nel passato, ed è pur vero che io sono una che al passato non ci pensa molto…

    Ma i particolari così simili, che strana cosa…la Villa, la panchina (ma al sud ogni paesino ha una villa? un posto di ritrovo con un pò di verde da cui si ha una splendida panoramica del paese) un braccialettino suo…

    Mi spiace aver rilegato questo bel ricordo in fondo in fondo al cuore, azzarderei dire che lo avevo quasi del tutto dimenticato…beh, grazie per il flashback..

    ps:Leggi Marquez o è per puro caso che ti sei ricordato questo particolare del tuo passato? un baci

  2. E’ molto dolce questo post…comunque e’ vero, i ricordi piu’ belli sono legati a piccoli momenti, a delle cose insignificanti che ci hanno colpito…e poi un giorno improvvisamente riaffiorano alla mente prepotentemente…bello no?

  3. Uao…che bel post…è raro leggerti così nel tuo blog. Ogni tanto fa bene dai…

  4. @ele
    mi fa piacere che il mio post ti abbia emozionato! davvero i ricordi sono cosi simili?? Cmq no non sto leggendo al momento marquez..anzi ogni tanto mi auto-flagello per non aver terminato quel libro…è che mi è venuta in mente quella frase mentre scrivevo questo post 😉

    @mari
    grazie! si è molto bello dai….

    @allegra

    è vero…il fatto è che raramente mi sento “ispirato” però in futuro ci lavorerò su, anche a me piacciono di piu i post cosi…ciao

  5. ohiohi…io sono una passato-dipendente (almeno una volta al mese devo pubblicare un post melanconico su dei ricordi o non sono in pace con me stessa…hihi…) e mi ha davvero emozionato questo tuo intervento!

    un bacio e a presto!

  6. snif snif, quel libro l’ho iniziato più volte senza mai riuscire a finirlo…

    😦

  7. @rosy
    felice di averti emozionato 🙂 ti capisco benissimo..sono un nostalgico, e ho bisogno anche io spesso di esternare questa malinconia 😉 però poi cerco di far prendere il sopravvento al presente, cercando qualcosa di buono anche li o no?! 😉

    @rosa
    neanche io l’ho finitooooooooo! 😦

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...