Ode alla vita ( ma non è neruda…)

Lentamente muore chi diventa schiavo dell’abitudine, ripetendo ogni
giorno gli stessi percorsi,
chi non cambia la marcia,
chi non rischia e cambia colore dei vestiti,
chi non parla a chi non conosce.

Muore lentamente chi evita una passione,
chi preferisce il nero su bianco
e i puntini sulle “i” piuttosto che un insieme di emozioni,
proprio quelle che fanno brillare gli occhi, quelle che
fanno di uno sbadiglio un sorriso, quelle che fanno battere il cuore
davanti all’errore e ai sentimenti.

Lentamente muore chi non capovolge il tavolo,
chi e’ infelice sul lavoro,
chi non rischia la certezza per l’incertezza per inseguire un sogno,
chi non si permette almeno una volta nella vita di fuggire ai
consigli sensati.

Lentamente muore chi non viaggia,
chi non legge,
chi non ascolta musica, chi non trova grazia in se stesso.

Muore lentamente chi distrugge l’amor proprio, chi non si lascia
aiutare; chi passa i giorni a lamentarsi della propria sfortuna o
della pioggia incessante.

Lentamente muore chi abbandona un progetto prima di iniziarlo,
chi non fa domande sugli argomenti che non conosce, chi non
risponde quando gli chiedono qualcosa che conosce.

Evitiamo la morte a piccole dosi, ricordando sempre che essere
vivo richiede uno sforzo di gran lunga maggiore del semplice fatto
di respirare.

Soltanto l’ardente pazienza porterà al raggiungimento di una
splendida felicita’.

Allora questa poesia che avete appena letto è una delle bufale più clamorose di internet! da anni circola nelle catene di s.antonio inviate tramite mail questo scritto di una giornalista brasiliana erroneamente attributo al grande poeta cileno Pablo Neruda. Grazie allo sciagurato Mastella che ieri l’ha letto in senato, si è avuta la smentita ufficiale sui vari siti d’informazione. Beh meno male..perchè è ingiusto attribuire a neruda un pensiero scritto in modo cosi banale e new-age. Questa poesia mi piace, ma attribuirla a Neruda è troppo…e in fondo meno male che anche mastella ci sia caduto, il povero pablo si sarebbe rivoltato nella tomba…e non solo per la sbagliata citazione, essendo stato decisamente comunista nella vita! 🙂
Annunci

5 risposte a “Ode alla vita ( ma non è neruda…)

  1. l’ho sentita in diretta, e ho fatto un salto sulla sedia quando ha detto il nome dell’autore… non è possibile, non può averla scritta Lui!!! infatti… 😉

  2. Io non l’ho sentita..però insomma, leggendola…eheh, se non sbaglio la Rosy aveva pubblicato il testo sul blog vecchio (il testo originale hehe) ma sarà andato perso…

    Buon finesettimana Igor! e grazie per la mail di tvblog, purtroppo lavorando mi sono persa la puntata sigh…un bacio

  3. Non la conoscevo, a me ancora questa catena non è arrivata 😉
    Ho appreso il fatto dai giornali e devo dire che l’errore fa proprio sorridere o meglio riflettere… Ma prima di fare una citazione, mi chiedo, che ci vuole a documentarsi sulla fonte?
    Comunque devo dire che la poesia della scrittrice brasiliana Martha Medeiros mi è piaciuta. E’ un po’ ingenua, ma profonda.
    Buona domenica 🙂

  4. Poveri noi brasiliani…anche le poesie ci fregano!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...